0
it
US
X
× SuperSmart Informarsi per problema di salute Nouveaux articles Articoli popolari Visita il nostro negozio Il mio conto Smart Prescription Blog Programma di fidelizzazione Lingua: Italiano
Fegato e disintossicazione Guide e tutorial

La dieta alcalina per contrastare l'acidificazione dell'organismo

Da diversi decenni, l'alimentazione occidentale industrializzata turba profondamente l'equilibrio acido-base del nostro organismo. Scopri come contrastare questa acidificazione.
La dieta alcalina contro l'acidosi dell'organismo
Scopri gli alimenti alcalini che ti aiuteranno a ridurre l'acidità del tuo corpo.
Rédaction Supersmart.
2021-01-20Commenti (0)

Equilibrio acido-base e rivoluzione industriale

La vita umana richiede che il siero del sangue abbia un livello di pH molto preciso, pari a 7,4 (1). Questo livello è reso possibile dall'alimentazione, che è essa stessa influenzata dal pH dell'ambiente (terra e oceani).

Tuttavia, l'avvento dell'agricoltura intensiva e dell'industrializzazione ha modificato profondamente il pH del suolo e il pH degli oceani (2). Oltre a ciò, lo sviluppo dell'industria agroalimentare ha aggravato gli squilibri con un aumento di grassi saturi, zuccheri semplici, conservanti e altri additivi (3).

In questo modo, il cibo occidentale moderno scombina l'apporto di minerali, generando uno squilibrio tra potassio e sodio a favore del sodio, e tra cloruro e bicarbonato a favore del cloruro. Questi squilibri possono provocare un'acidosi metabolica, particolarmente dannosa per lo scheletro. (4)

Vale a dire: l'eccesso di sodio e cloruri determina acidità, mentre l'abbondanza di potassio, bicarbonato e magnesio causa alcalinità.

Gli effetti dello squilibrio acido-base sull'organismo

Quando la dieta è troppo acida, l'organismo deve ristabilire l'equilibrio acido-base attingendo alle risorse di potassio e calcio, minerali che alcalinizzano.

Questo utilizzo delle risorse dell'organismo per combattere gli effetti negativi di un'alimentazione non equilibrata potrebbe causare una demineralizzazione. Di fatto, numerosi studi suggeriscono che mangiare troppi cibi acidi è dannoso per la salute delle ossa (5).

Inoltre, un'alimentazione eccessivamente acida, soprattutto se troppo ricca di proteine animali non compensate da cibi alcalini, può provocare calciuria (6), ossia la presenza di calcio nelle urine. Quello che le persone che soffrono di calcoli renali, per esempio, vogliono assolutamente evitare.

Inoltre, i ricercatori sono riusciti a dimostrare che una dieta più alcalina era associata a indici migliori di massa muscolare nelle donne sane (7).

La dieta alcalina: una soluzione naturale

Quando il cibo viene metabolizzato dall'organismo, la maggior parte delle proteine produce acidi, mentre la maggior parte della frutta e della verdura produce alcali ; (8).

È quindi necessario ripristinare l'equilibrio acido-base dell'organismo adottando al più presto una sana alimentazione ricca di frutta e verdura (la dieta alcalina o acido-base). E questo senza tener conto dell'acidità degli alimenti in bocca.

In effetti, in modo del tutto inaspettato, sembra che i cibi dolci siano in realtà acidificanti per l'organismo, mentre molti cibi dal sapore acido siano invece alcalinizzanti. Ad esempio, lo zucchero raffinato è uno dei principali responsabili dello squilibrio acido-base, mentre il limone è uno degli alimenti più alcalinizzanti!

L'indice PRAL: uno strumento molto utile

L'acronimo PRAL sta per: Potential Renal Acid Load (Potenziale di carico di acido renale). Questo indice misura il potenziale di carico di acido renale di un alimento. Più l'indice è elevato (maggiore di 0), più il cibo è acido per l'organismo. Minore è l'indice (inferiore a 0), più alcalino è il cibo. (9)

Esempi: la carne di manzo ha un PRAL di +13,2 (effetto acidificante), mentre il ravanello ha un PRAL di -3,7 (effetto alcalinizzante).

È grazie a questo indice che gli scienziati hanno potuto classificare gli alimenti in base al loro potenziale acido nell'organismo.

Elenco degli alimenti più acidi e più alcalini

Gli alimenti più acidi sono:

Nei valori di pH da 5 a 8, figurano molti alimenti non lavorati:

Gli alimenti più alcalini sono:

Una dieta equilibrata non consiste nell'eliminazione di alcuni alimenti ritenuti troppo acidi, ad eccezione di quelli riconosciuti nocivi per la salute (alcool, pasticceria industriale, cibi lavorati, piatti pronti ecc.), bensì deve ripristinare l'equilibrio acido-base.

Vale a dire: come si può osservare, l'acqua del rubinetto si colloca generalmente nell'intervallo più neutro in termini di pH, a seconda della regione. In alcune zone l'acqua è leggermente più acida, mentre in altre è leggermente più alcalina (a volte fino ad un pH di 8,4).

Alcuni esempi concreti di dieta acido-base

Nulla impedisce di gustare una buona grigliata con gli amici, anche se la carne alla griglia (soprattutto quella di manzo) è notevolmente acidificante. D'altra parte, è consigliabile compensare questa acidità con grandi quantità di broccoli o altre verdure durante lo stesso pasto, limitando i cereali. E perché non offrire dell'uva secca come aperitivo o dessert, insieme a una macedonia?

Puoi anche assumere degli integratori alimentari derivanti da alimenti alcalini,come lo zenzero (con Super Gingerols), la spirulina (con Spirulina) o una combinazione di alimenti alcalinizzanti (con la formula completa Alkaline Formula).

Allo stesso modo, per assicurarti di idratarti con un pH elevato, può essere opportuno utilizzare dell'acqua alcalinizzata, come la nostra Super Water. Questa permette di aumentare notevolmente il pH dell'acqua e quindi di contrastare efficacemente il consumo di cibi e bevande acide.

Ora hai la soluzione per combattere l'acidificazione del tuo organismo e ristabilire il tuo equilibrio acido-base.

Bibliografia

  1. Gerry K. Schwalfenberg, The Alkaline Diet: Is There Evidence That an Alkaline pH Diet Benefits Health ?, Hindawi Publishing Corporation, Journal of Environmental and Public Health, Volume 2012, Article ID 727630, 7 pages, doi:10.1155/2012/727630
  2. J. Dam-ampai SO and C. Nilnond, “Effect of cattle manure and dolomite on soil properties and plant growth in acid upland soils,” Songklanakarin Journal of Science and Technologh, vol. 27, supplement 3, pp. 727–737, 2005.
  3. A. Sebastian, L. A. Frassetto, D. E. Sellmeyer, R. L. Merriam, and R. C. Morris Jr., “Estimation of the net acid load of the diet of ancestral preagricultural Homo sapiens and their hominid ancestors,” American Journal of Clinical Nutrition, vol. 76, no. 6, pp. 1308–1316, 2002.
  4. L. Frassetto, R. C. Morris, Jr. R.C. Jr., D. E. Sellmeyer, K. Todd, and A. Sebastian, “Diet, evolution and aging—the pathopHysiologic effects of the post-agricultural inversion of the potassium-to-sodium and base-to-chloride ratios in the human diet,” European Journal of Nutrition, vol. 40, no. 5, pp. 200–213, 2001.
  5. Welch, A., Mulligan, A., Bingham, S., & Khaw, K. (2008). Urine pH is an indicator of dietary acid–base load, fruit and vegetables and meat intakes: Results from the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC)-Norfolk population study. British Journal of Nutrition, 99(6), 1335-1343. doi:10.1017/S0007114507862350
  6. David A. Hanley, Susan J. Whiting, Does a High Dietary Acid Content Cause Bone Loss, and Can Bone Loss Be Prevented With an Alkaline Diet?, Journal of Clinical Densitometry, Volume 16, Issue 4, 2013, Pages 420-425, ISSN 1094-6950, https://doi.org/10.1016/j.jocd.2013.08.014.
  7. Welch, A.A., MacGregor, A.J., Skinner, J. et al. A higher alkaline dietary load is associated with greater indexes of skeletal muscle mass in women. Osteoporos Int 24, 1899–1908 (2013). https://doi.org/10.1007/s00198-012-2203-7
  8. Caroline Passey, Reducing the Dietary Acid Load: How a More Alkaline Diet Benefits Patients With Chronic Kidney Disease, Journal of Renal Nutrition, Volume 27, Issue 3, 2017, Pages 151-160, ISSN 1051-2276, https://doi.org/10.1053/j.jrn.2016.11.006
  9. Sébastien Labarde, La nutrition du sportif, Actualités pHarmaceutiques, Volume 54, Issue 548, 2015, Pages 49-52, ISSN 0515-3700, https://doi.org/10.1016/j.actpHa.2015.06.016
SharePinterest

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento
Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione
La nostra selezione di articoli

Questi prodotti dovrebbero interessarti

Magnesium Malate 800 mgMagnesium Malate 800 mg

Una forma brevettata con una biodisponibilità migliorata per chelatare gli eccessi tossici di alluminio. 20% magnesio, 69% acido malico

20.00 €(23.78 US$)
+
Silyplus 120 mgSilyplus 120 mg

Una forma brevettata di silimarina 10 volte meglio assorbita per la salute del fegato

29.00 €(34.48 US$)
+
Liver Support FormulaLiver Support Formula

Nuova formula migliorata e rinforzata Sostiene naturalmente la funzione epatica

34.00 €(40.42 US$)
+
Desmo Forte™Desmo Forte™

Estratto liquido 1:2 di Desmodium adscendens Concentrazione massimale

36.00 €(42.80 US$)
+
Cruciferous Detox FormulaCruciferous Detox Formula

Tutti i benefici delle crucifere per proteggere le cellule e rigenerare l’organismo in profondità

51.00 €(60.64 US$)
+
Humic & Fulvic Acids 150 mgHumic & Fulvic Acids 150 mg

Disintossicante e immunomodulatore

46.00 €(54.69 US$)
+
RehabRehab

Disintossicante sistemico ad ampio spettro.

38.00 €(45.18 US$)
+
Calcium D-GlucarateCalcium D-Glucarate

Per eliminare naturalmente l'eccesso di estrogeni e di sostanze tossiche

36.00 €(42.80 US$)
+
© 1997-2021 Supersmart.com® - Tutti i diritti di riproduzione riservati
© 1997-2021 Supersmart.com®
Tutti i diritti di riproduzione riservati
Nortonx
secure
Warning
ok